Oggi parleremo di uno degli strumenti più diffusi e utilizzati attualmente in circolazione, vale a dire la chiavetta USB. Chi di noi non ha almeno una chiavetta dove custodire e conservare i più svariati tipi di file, potendoli trasferire da un computer all’altro o inserendola in altri dispositivi per la trasmissione di dati audio o video.

Sebbene si possa essere portati a pensare che tutte le chiavette USB siano uguali e la differenza sia minima, in realtà anche in questo caso ci sono molti aspetti da considerare. Una chiavetta USB che magari va bene per un obiettivo potrebbe non essere adeguata ad altri scopi e tra poco lo vedremo.

A cosa serve la chiavetta USB

La chiavetta usb, oggi in realtà chiamata molto spesso pen drive, ha molteplici funzioni. Possiamo dire che principalmente è utilizzata per l’archiviazione e/o la memorizzazione di diversi tipi di file e, una volta collegata a un dispositivo mobile o al computer, consente il trasferimento di questi file da un supporto all’altro in modo semplice anche per un neofita, in modo rapido (ci vogliono infatti pochi minuti anche per file abbastanza grandi come centinaia di mega).

In genere la chiavetta USB, come le schede SD, si usa soprattutto per archiviare i dati in via del tutto temporanea, proprio perché questi ultimi verranno poi ricopiati o trasferiti direttamente su un dispositivo principale, come un computer, ma anche su uno smartphone o su un tablet.

Le esigenze odierne e le mutate condizioni lavorative (si pensi per esempio allo smart working) hanno fatto sì che diventasse sempre più frequente e necessario dover trasferire file di lavoro da un computer all’altro dell’ufficio o dal proprio computer in ufficio a quello che si utilizza a casa per poter continuare il lavoro durante trasferte e fine settimana e non c’è niente di più pratico che farlo tramite la chiavetta. Oppure ad esempio se non si ha una stampante a casa e bisogna andare a stampare da qualche copisteria, è possibile trasportare i dati con una chiavetta USB.

Può anche accadere talvolta che la chiavetta USB venga utilizzata per archiviare file per un periodo più lungo e non solo in via temporanea. Succede se magari si tratta di dati o file che servono per un certo periodo o che non devono essere condivisi in rete tramite cloud o altre modalità virtuali, anche per motivi di privacy.

Anche se oggi si riesce a inviare file di grosse dimensioni tramite alcuni siti specializzati o servizi web, la chiavetta USB rimane uno strumento molto usato soprattutto se i file sono numericamente pochi. La pen drive usb è a tutti gli effetti un mezzo infallibile di trasferimento dei dati, anche per le sue ridotte dimensioni che ne consentono il trasporto ovunque con estrema facilità e comodità. Infine, viene anche utilizzata come hard disk esterno – specie quelle che hanno una grossa capacità di giga – per sopperire alla mancanza di spazio del proprio computer.

Quale chiavetta USB scegliere

Dopo aver visto la grande utilità e le varie funzionalità che può avere, c’è da dire che le chiavette USB in commercio sono svariate e quindi c’è ampia scelta e possibilità. Bisogna pertanto andare a capire quale sia più adatta alle proprie esigenze, perciò analizziamo alcuni fattori da considerare prima di procedere all’acquisto della migliore chiavetta USB.

Standard USB

Anzitutto, la prima caratteristica da tenere in considerazione, è il tipo di standard USB che è supportato dalla chiavetta e dai dispositivi su cui si pensa di utilizzarla. Infatti, in base allo standard USB la chiavetta avrà una velocità di trasferimento dei dati differente, però occorre tenere presente che si tratta di una velocità massima teorica. Infatti la velocità effettiva sarà poi determinata dalla “lentezza” di uno dei dispositivi coinvolti nel trasferimento.

Per fare un esempio concreto, qualora la chiavetta sia 2.0 e il computer supporti anche il 3.0, la velocità sarà comunque relativa al dispositivo più lento. Se invece supponiamo che la Chiavetta sia 3.0 ma il computer supporti al massimo il 2.0, la velocità di trasferimento sarà 2.0. Pertanto sarà bene informarsi prima di acquistare sulle potenzialità dei dispositivi su cui si andrà ad adoperare la propria chiavetta, oppure essere quantomeno consapevoli che la propria chiavetta USB seppur 3.0 non riuscirà ad essere altamente performante su qualsiasi nostro vecchio dispositivo.

C’è da dire che comunque oggi i computer più recenti così come gran parte delle chiavette USB in commercio supportano lo standard USB 3.2 che promette una velocità di trasferimento dati che va dai 5 Gigabit al secondo, che corrispondono in pratica a 625 MB, fino ai 20 Gigabit al secondo, ossia ben 2.500 MB al secondo. Incredibile pensare al progresso delle ultime chiavette rispetto a quelle 2.0 che permettevano di trasferire dati fino a 480 Mbits/s.

All’interno dello standard USB 3.2 possiamo poi fare una ulteriore suddivisione in base alle diverse specifiche di velocità:

  • USB 3.2 Gen 1, che può arrivare fino a una velocità di trasferimento dati fino a 5 Gigabit/s
  • USB 3.2 Gen 2 che può arrivare fino a una velocità di trasferimento dati fino a 10 Gigabit/s, pari a 1250 MB al secondo.
  • USB 3.2 Gen 2×2 che può arrivare fino a una velocità di trasferimento dati fino a 20 Gigabit/s, quindi pari a 2500 MB al secondo.
  • USB 3.2 Gen 3×2 che può arrivare fino a una velocità di trasferimento dati fino a 40 Gigabit/s, quindi 5000 MB al secondo. Una vera e propria rivoluzione!

Connettore USB

Un’altra caratteristica molto importante da tenere presente è il tipo di connettore USB usato dalla chiavetta e il tipo di porte USB presenti sul tuo computer. Infatti molte chiavette USB è in formato USB-A (quello grande che conosciamo tutti) ed esistono anche chiavette in formato USB-C che sono state create ad hoc per i MacBook, gli iPad Pro più recenti, ecc.

Capacità di memoria

Come appare abbastanza evidente e facile da spiegare, esistono chiavette USB con differenti capacità di archiviazione in base alla loro capacità di memoria. Quindi abbastanza semplicemente potrete scegliere la chiavetta con la capacità che vi occorre in base alle vostre esigenze. Tuttavia, ricordate che il valore “nominale” delle chiavette USB non rispetta mai la loro capienza reale.

Dimensioni e forma

Questa caratteristica appartiene più al lato estetico e al gusto personale, oggigiorno esistono chiavette di varie dimensioni e forma per cui potrete scegliere quella che più vi aggrada o vi fa più comodo. L’unica cosa che potrebbe essere utile ricordare è che spesso le chiavette ultra-compatte e ultra-sottili sono più lente di quelle più “grosse”, ma come già detto i valori vanno valutati prodotto per prodotto, non si può generalizzare.

Quali sono le chiavette USB migliori

Dopo aver messo in risalto la grandissima utilità delle chiavette USB e analizzato le varie caratteristiche da considerare, possiamo ora vedere un elenco delle migliori pen drive.

Topesel U22-Silver-128G-3.0-UK

Questo tipo di chiavetta USB dispone di due connettori, porta type-c e porta USB 3.0, per trasferire i dati tra telefono cellulare e computer. Ha una velocità di trasferimento 3.0 fino a 100-130 MB / s di velocità di lettura e 60-80 MB / s di velocità di scrittura. Dotata di portachiavi in lega resistente e impermeabile. Ha un’ottima compatibilità ed è Plug and play, supporta anche il lettore box USB TV, ma anche lettore di auto, notebook, tablet, desktop e altri dispositivi mobili con porta di tipo C.

Arcanite AK581T

Questa pratica chiavetta USB On-The-Go (OTG) dispone di doppio connettore: Type-A e Type-C; velocità USB 3.1 SuperSpeed Gen 1. Prodotto a Taiwan, è molto resistente a polvere e temperature alte; le sue dimensioni sono 54,8 x 16,1 x 6,6 mm, 7 g. Ha una velocità di lettura fino a 120 MB/s; velocità di scrittura fino a 60 MB/s. anche questa è Plug and Play ossia pronta all’uso senza dover installare driver.

Kingston ‎DT100G3/128GB

Classica chiavetta USB Kingston, dotata di cappuccio protettivo a scorrimento, ottima capacità di memoria pari a ben 128 GB, con una interfaccia dispositivo USB tipo A e una velocità di lettura pari a 100 MB/s.

Kayboo Chiavetta USB 1TB

No products found.

Questa chiavetta USB Kayboo si contraddistingue per l’ottima capacità di memoria pari a ben 1000 GB, con una interfaccia dispositivo USB tipo 3.0 retrocompatibile.

LaCie Rugged USB-C

Questo supporto permette di collegarsi rapidamente e facilmente ai computer Windows e Mac più recenti grazie al cavo USB-C reversibile di Rugged o ai computer precedenti con l’adattatore USB 3.0 incluso. È possibile eseguire trasferimenti di file veloci fino a 5 GBit/s tramite USB-C. Molto resistente a cadute, urti, polvere, acqua, schiacciamento e pioggia.

Samsung MUF-128ABEU

Questa Samsung MUF ha una velocità di trasferimento fino a 300 MB/s, le performance possono variare in base alla capacità del dispositivo con cui si interfaccia ovviamente. Compatibile con USB Gen. 3.1 e versioni precedenti. Molto resistente. Progettato come un portachiavi quindi molto comodo da portarsi dietro riducendo il rischio di perdita.

Sandisk Connect Wireless Stick

Questa chiavetta USB SanDisk consente di salvare foto, filmati e file e di accedervi in modalità wireless, è stata reinventata per il telefono, tablet e computer e per consentire la visione di film HD in streaming e ascolto di brani musicali fino a 3 dispositivi contemporaneamente. Molto performante.

SanDisk Extreme Go

Anche questa SanDisk offre prestazioni USB 3.1 Gen 1 ad ottima velocità di lettura fino a 200 MB/sec e di scrittura fino a 150 MB/sec, consente di trasferire file sull’unità con velocità fino a 35 volte superiori rispetto a quelle offerte dalle unità USB 2.0 standard, per esempio trasferisce un intero film in 4K in meno di 40 secondi, un vero portento.

SanDisk Extreme PRO

Sempre rimanendo sulla marca SanDisk, in questa chiavetta troviamo prestazioni straordinarie per trasferire con estrema rapidità foto e filmati in 4K, molto resistente la custodia in alluminio che protegge l’unità dagli effetti dell’usura quotidiana. Contribuisce a proteggere file importanti con il software di crittografia SanDisk SecureAccess, inoltre consente di recuperare file cancellati per errore grazie al software dati RescuePRO Deluxe incluso nella confezione (è necessario eseguire il download).

Kingston DTDUO3/32GB

Questa chiavetta USB è dotata di tecnologia usbotg (on-the-go), uno standard che offre funzionalità di hosting per determinati modelli di smartphone/tablet dotati di porta microusb, è infatti dotata di 2 connettori sia microusb che usb, per la massima semplicità di trasferimento dei file tra smartphone, tablet e computer. Ha una velocità: usb3.04: 16gb — 70mb/s in lettura, 10mb/s in scrittura 32gb-64gb — 70mb/s in lettura, 15mb/s in scrittura. Molto comodo per via delle dimensioni ultracompatte garantendo quindi massima trasportabilità.

SanDisk Ultra Dual M3.0

Questa chiavetta USB ha un design retrattile e doppi connettori micro-USB e USB 3.0, è estremamente rapida con velocità di trasferimento di file fino a 150 MB/sec dalla periferica al computer. Inoltre con l’applicazione SanDisk Memory Zone (disponibile su Google Play) consente di gestire facilmente foto e video.

Transcend TS128GJF920 JetFlash 920

La chiavetta USB Transcend in questione offre prestazioni elevate, da SSD, grazie all’interfaccia USB 3.2 Gen 1. Molto resistente grazie alla sua struttura in alluminio e texture metallica. Velocità fino a 420 MB/s in lettura, 400 MB/s in scrittura, infine ha un software per la gestione dati, Transcend Elite.

Corsair Voyager Slider X1

Tra le migliori chiavette USB, questo dispositivo supporta trasferimenti USB 3.0 ad alta velocità ed è compatibile con USB 2.0, è retrattile e ha un LED blu che indica quando è in funzione. Compatibile con Windows, Mac OS X e Linux. Velocità di lettura: 130 MB/s.

Arcanite AK58128G

In questa chiavetta troviamo un connettore di tipo a usb 3.1 SuperSpeed (retrocompatibile con usb 3.0, 2.0 e 1.1). Molto resistente a polvere, gli urti, ai raggi x e alle temperature elevate; dimensioni: 56,7 × 18 × 9 mm. Ha una velocità di lettura fino a 400 MB/s; velocità di scrittura fino a 100 MB/s.

Corsair Voyager GTX 3.1

In questa chiavetta ci sono prestazioni eccellenti, anzitutto velocità SSD ossia velocità di lettura di fino a 440 MB/secondo e una velocità di scrittura di fino a 440 MB/secondo. Poi abbiamo una capacità di archiviazione straordinaria, infatti si trova in vari formati da 128 GB, 256 GB, 512 GB e 1 TB. Ottimo anche il design con un robusto alloggiamento premium in lega di zinco con finiture in alluminio. Infine è compatibile con Windows 7, 8.1, 10, MacOS e Linux senza richiedere l’installazione di alcun driver.

Kingston HyperX Savage

Chiavetta Kingston dotata di capacità di memoria pari a 128 GB, con interfaccia dispositivo: USB tipo A, ha una velocità di lettura: 350 MB/s e una velocità di scrittura: 250 MB/s.

Lexar JumpDrive Fingerprint F35

La chiavetta Lexar JumpDrive può supportare fino a 10 ID di impronte digitali, ha un riconoscimento ultraveloce ed è di facile configurazione, non è infatti necessario alcun driver software da installare. Molto utile per proteggere i propri file in modo sicuro utilizzando la crittografia AES a 256 bit. Per chi ha questo tipo di esigenza.

Chiavetta USB 3.0 Netac 64 GB

La chiavetta Netac dispone di un’alta velocità di trasferimento dati grazie alla sua interfaccia USB 3.0. Retrocompatibile con usb 2.0. E’ plug and play quindi non necessità di installazione di alcun software. Ha una ampia compatibilità, con Windows 98second edition/ NT/ ME/ 2000/ XP/ 7/ 8.1/ 10 e versioni successive, inoltre è compatibile anche con Linux e Mac OS 10.3 e versioni successive.

Sandisk Ultra Dual USB Drive Type-C

Questa chiavetta USB consente di trasferire facilmente file fra smartphone, tablet e computer offrendo una capacità di archiviazione immediata nei vari formati da 16 GB, 32 GB, 64 GB, 128 GB o 256 GB. Ha un design retrattile con connettore reversibile di tipo C e connettore USB tradizionale. Garantisce prestazioni USB 3.1 ad alta velocità fino a 150 MB/sec.

Come usare una chiavetta USB

Una volta acquistata una delle migliori chiavette USB, il suo utilizzo è davvero molto semplice e non richiede esperienze o competenze particolari. In ogni caso proviamo a semplificare analiticamente i pochi passaggi da compiere.

Individuare una porta USB

Anzitutto occorre trovare una porta USB. Nei computer normalmente si trovano in posizione laterale oppure dietro. A volte le porte frontali potrebbero essere nascoste da uno sportello.

Inserire la chiavetta USB

Una volta individuata la porta USB si può inserire la chiavetta, possibilmente senza forzare, si tratta sempre di componenti delicati. Nel caso in cui non dovesse entrare, provare a ruotarla di 180°. Dopo aver inserito la chiavetta nella porta USB, Windows installerà i driver necessari in modo automatico. Dovrebbe, a conferma di ciò, apparire un messaggio di notifica dell’installazione, nell’angolo inferiore destro del tuo desktop. A questo punto verrà visualizzato un elenco contenente diverse opzioni, in base al contenuto del supporto USB. La più usata è Apri cartella per visualizzare i file.

Qualora non dovesse succedere nulla, si può provare a verificare se il computer ha letto la chiavetta accedendo alla voce Computer che si trova nel menu Start o sul desktop. Da lì si potranno visualizzare tutti i dispositivi collegati al computer. Ci dovrebbe essere anche una icona e una lettera relativa alla chiavetta USB. Quindi basta selezionarla con un doppio click del mouse per accedere al contenuto.

Trovare i file da copiare

Una volta avuto accesso alla cartella, potrai copiare i file che desideri trasferire semplicemente selezionando le opzioni Copia e Incolla (tasto destro del mouse sui file selezionati), oppure semplicemente trascinando le relative icone all’interno della finestra del tuo supporto USB.

Attendere il trasferimento

Il gioco è fatto, sarà sufficiente attendere che il trasferimento dei dati sia completo. La tempistica dipenderà dal tipo di chiavetta USB e dal tipo di computer utilizzato, così come dalla dimensione dei file trasferiti. Al termine del trasferimento, si potrà rimuovere la chiavetta USB dal computer.

Chi ha inventato la chiavetta USB

Si dice che il suo inventore sia israeliano, di nome Dov Moran, anche se su questo c’è una controversia particolare. Infatti, da un lato abbiamo che il primo brevetto fu depositato nell’aprile 1999 con il nome di “USB-based PC flash disk” grazie a Amir Ban, Dov Moran e Oron Ogdan della società israeliana M-Systems. Quel brevetto però non descriveva questa tecnologia come la conosciamo oggi ma semplicemente descriveva un cavo che collega la memoria e la porta USB. Invece nel settembre 1999 uno dei dipendenti di IBM, Shimon Shmueli, presentò una divulgazione di invenzione, quindi in realtà non un brevetto, in cui ha descritto una chiavetta USB.

Ancora oggi Shmueli sostiene di aver inventato la chiavetta USB. Inoltre, anche Pua Khein-Seng, un ingegnere della Malesia, nel 1999 fondò con quattro colleghi la società Phison Electronics e nel 2000 la sua azienda introdusse l’unità di archiviazione USB che chiamò “Pen Drive”.

Una cosa è certa, al di là di chi effettivamente ha inventato questo utilissimo strumento di archiviazione e trasferimento dati, moltissime persone gliene saranno grate.