L’utilizzo dei notebook sta sempre più soppiantando quello dei computer fissi, per diverse ragioni come ad esempio il fatto che molti lavoratori oramai lavorano in Smart Working ma anche semplicemente per la possibilità e comodità di utilizzare il notebook ovunque ci si trovi.

Chiunque abbia passato diverse ore con il notebook avrà certamente notato quel fastidioso eccessivo surriscaldamento della base del notebook. Ebbene per risolvere questo problema esiste un prodotto, chiamato base di raffreddamento, che garantisce prestazioni eccellenti evitando di far diventare il computer un forno e soprattutto assai lento da essere inutilizzabile.

Come funziona una base di raffreddamento

Ogni portatile, specialmente se hai acquistato un ultrabook, è a rischio di dispersione di calore per cui sarebbe buona prassi acquistare la miglior base di raffreddamento per notebook e laptop, in modo da stare più tranquilli ed evitare danni.

I portatili odierni infatti vengono realizzati sempre più piccoli e potenti, questo fatto di ridurre lo spazio interno per via dei componenti installati ha come effetto collaterale quello di creare un maggiore surriscaldamento, dal momento che il calore non viene più dissipato in modo corretto. Nel lungo termine questo stress a cui è sottoposto il portatile può portare a danneggiare il sistema fino a farlo collassare in maniera definitiva e irrimediabile.

Il motivo per cui questo accade è che le ventole e le griglie di aerazione non riescono a smaltire il calore che si accumula all’interno della struttura. Quando si superano determinati livelli di riscaldamento gli effetti possono essere rallentamenti, maggiore usura dei componenti, crash improvvisi dell’hard disk, surriscaldamento delle schede video. Anche la polvere che si deposita per effetto elettrostatico sulle griglie impedisce di fatto la dispersione di calore. Si capisce bene come il problema è da non sottovalutare.

Come scegliere la migliore base di raffreddamento per notebook

Ora che abbiamo visto l’importanza di scegliere una buona base di raffreddamento per notebook, andiamo ad analizzare quali caratteristiche considerare per effettuare questa scelta.

Portata d’aria

Prima di tutto, va considerata la portata d’aria che la base riesce a generare e far circolare per raffreddare il portatile. Molto importante.

Livello di rumore

Altra caratteristica da tenere presente è il livello di rumore prodotto nel movimento delle ventole. Può sembrare un fattore poco importante ma provate a lavorare o giocare diverso tempo con un fastidioso rumore, vi assicuro che non è piacevole. Con un po’ di attenzione sarà possibile nella maggior parte dei casi individuare delle basi che sono silenziate e con un rumore di fondo trascurabile, paragonabile a un lieve fruscio.

Dimensioni

Un altro aspetto importante o comunque da valutare riguarda le dimensioni e gli ingombri della base, la quale deve essere facilmente trasportabile in borsa insieme al notebook.

Alimentazione

Altro fattore è il tipo di alimentazione, esistono infatti alcuni modelli che funzionano soltanto con attacco a una rete elettrica, mentre altri possono essere più comodamente connessi con cavo usb direttamente al notebook da raffreddare.

Altre funzioni particolari

In commercio esistono alcuni modelli che consentono di poter regolare la velocità delle ventole per aumentare o diminuire la portata d’aria, secondo le proprie esigenze.

Qual è la migliore base di raffreddamento per notebook

In commercio è possibile trovare diverse basi di raffreddamento, con diversi sistemi di alimentazione e tecnologia progettuale, pur essendo apparecchi sostanzialmente semplici. Per comodità potremmo dividerli in due diversi sottogruppi, uno in cui abbiamo le basi di raffreddamento passivo che semplicemente mantengono sollevato il computer permettendo una maggiore circolazione dell’aria. L’altro gruppo comprende invece le basi cosiddette attive, più efficienti e tecnologiche in quanto dotate di una o più ventole che contribuiscono a raffreddare la base del notebook. Andiamo a vedere nell’elenco che segue alcuni modelli consigliati.

TopMate C5

Il pad di raffreddamento per laptop TopMate ha 5 ventole, le quattro ventole esterne e l’ampio ventaglio a vento centrale super forte. Dotato di un design unico e inclinazione regolabile, la regolazione a 5 altezze consente di migliorare l’esperienza di visualizzazione e digitazione, alleviando così il dolore al collo e alla schiena. Questo ha un piccolo schermo LCD e un pannello di controllo dei pulsanti. Lo schermo visualizza informazioni sulle varie velocità del vento e i pulsanti consentono di cambiare modalità diverse. Offre 6 velocità e 3 modalità di funzionamento della ventola.

Ewent EW1256

Questa base risulta compatibile con tutti i Notebook da 12 (30.48 cm) a 17 pollici ( 43.30 cm), dotato di 2 ventole silenziose di dimensioni 125x125x15mm con una velocità di 1000 giri/min e una rumorosità pari a 23dBA. Alimentata via USB (5V DC) e cavo di alimentazione USB lungo 50 cm.

Trust Ziva

Questa base di raffreddamento ha una superficie grande 330 x 250 per laptop fino a 16″, ha una piastra superiore in metallo a rete per ottimizzare il flusso dell’aria e una piacevole illuminazione blu, oltre a un design inclinato per una digitazione confortevole. Vano per cavo integrato, con porta USB aggiuntiva.

Ice Coorel Base di Raffreddamento

Il pad di raffreddamento per laptop da gioco ICE COOREL K9 ha ben sei ventole turbo silenziose ad alta velocità, offrendo quindi un eccellente effetto di raffreddamento, con una rumorosità di solo 23 dB. Dotata di supporto ergonomico e impostazione dell’altezza regolabile a 6 livelli. Inoltre ha due deflettori antiscivolo. Infine questo dispositivo di raffreddamento per notebook contiene due porte USB 2.0.

Havit HV-F2056

Havit HV-F2056 si presenta molto sottile, portatile e leggerissima, funziona anche da supporto ergonomico con due impostazioni per l’altezza. E’ dotata inoltre di tre ventole ultra silenziose creano un ambiente senza rumore. Inoltre ha una porta USB extra e interruttore.

Klim Cyclone

Questa base con ventole è uno degli accessori gaming pensato per le seguenti dimensioni (in pollici) : 11, 11.3, 12, 13, 14, 15, 15.6, 16. E’ però anche compatibile con le seguenti dimensioni: 17,3 18 e 19 pollici. Con queste dimensioni, il laptop si estenderà oltre bordi della base di raffreddamento ma rimarrà perfettamente stabile. Questo modello ha spodestato il suo vecchio fratello, il KLIM Wind. Dotato 4 ventole che ruotano ad una velocità di 2200 RPM + una ventola a 1200 RPM. Possiede due porte USB. Garanzia di 5 anni.

Tecknet Base di Raffreddamento

Un altra base di raffreddamento che merita di stare in questa classifica è prodotta da Tecknet. Si presenta sottile, portatile e leggera, molto facile da portare in giro; è dotata di retroilluminazione LED blu, è inclinata per regolare il computer nella posizione migliore. Ha una base antiscivolo che assicura stabilità. Ha due alimentatori USB, silenziosi ventilatori da 110 mm, 1 porta USB supplementare per un ulteriore dispositivo USB. La forte struttura sostiene laptop da 12 “-16”, quali Apple MacBook Pro, Air, HP, Alienware, Dell, Lenovo, ASUS, ecc.

Trust GXT 278

Questo prodotto è adatto a tutti i laptop fino a 17.3 pollici, è regolabile in altezza su tre posizioni per garantire un comfort ottimale, è dotata di 4 ventole illuminate in rosso per un flusso d’aria perfetto, anche la velocità delle ventole è regolabile e anche disattivabile.

Lianstar TS-V9

Questa base di raffreddamento per laptop ha 6 ventole prive di rumore, due porte USB integrate, due velocità della ventola, è adatto a quasi tutti i notebook da 12 “a 17.3”, come Dell, MacBook Pro, Alienware, ThinkPad, Lenovo, HP, ASUS, ecc. Garanzia di un anno.

Cooler Master Notepal U2 Plus V2

Questo pad di raffreddamento in alluminio sottile e leggero ha due ventole di raffreddamento mobili da 80 mm. L’imbottitura in materiale gommoso di alta qualità sul lato inferiore è resistente e impedisce al laptop di scivolare, angolo di visione ottimale di 12 gradi.

TopMate C302

La base di raffreddamento TopMate C302 ha due ventole silenziose da 4,93, pesa solo 1,09 libbre, è quindi super leggera. Può essere completamente piatto e riposto facilmente nello zaino o nella valigetta. Dotato di interfaccia di alimentazione composita USB. La porta USB del supporto di raffreddamento del computer viene utilizzata per alimentare il laptop e un’altra porta USB viene utilizzata per altri dispositivi.

Perchè usare una base di raffreddamento per notebook

Come abbiamo visto, le basi di raffreddamento esterne possono essere molto utili e in certi casi decisive per risolvere il problema del surriscaldamento del notebook. Specialmente nei casi in cui si fa un uso prolungato del dispositivo o quando il notebook è utilizzato per giochi pesanti o per riprodurre video, è più a rischio di riscaldamento eccessivo dei componenti più delicati, con tutte le possibili conseguenze che abbiamo già analizzato in precedenza.

Ecco perché con il suo lavoro, la base di raffreddamento risulta fondamentale per smaltire il calore in eccesso. Non si può fare a meno di questo genere di dispositivo se si ha intenzione di mantenere fresco e areato il proprio portatile prolungandone la vita riducendo le sollecitazioni a cui sono sottoposti i componenti interni. Insomma, se non volete cambiare notebook ogni due o tre anni o subire rallentamenti che vi renderanno la navigazione e l’utilizzo impossibile o complicato, dovrete assolutamente prendere i dovuti accorgimenti e l’acquisto di una buona base di raffreddamento è uno di questi.