Il mondo della digitalizzazione sta crescendo in modo esponenziale, conquistando un numero sempre più alto di persone che ne fanno utilizzo. Ad oggi internet e tutte le applicazioni che ne derivano sono tra le prime fonti informative da cui accingiamo per aggiornarci su argomenti più disparati.

Ovviamente, come regola generale, bisogna stare attenti a filtrare le notizie per non correre il rischio di leggere informazioni poco attendibili, o nella peggiore delle ipotesi fake news. E’ sempre opportuno controllare la fonte e basarsi anche sulla serietà di chi crea contenuti informativi.

Un podcast ci permette di ascoltare contenuti audio in qualsiasi momento, anche in assenza di internet, in quanto archiviabili sui propri dispositivi. Per poterli ascoltare anche senza una rete internet, sarà necessario avviare il download in precedenza tramite una connessione. In altre parole si tratta di file audio che riguardano vari argomenti, in base alle esigenze e allo stile di vita degli ascoltatori.

Podcast: significato

Il termine podcast significa “Personal Option Digital Casting” e nasce dalla fusione di due parole. La prima è “iPod”, ossia il famoso lettore di contenuti multimediali targato Apple, mentre la seconda è “Broadcast”, ossia l’immissione di informazioni ad un pubblico vasto di persone.

Ai giorni d’oggi c’è un altro termine che indica un’attività simile al podcasting, ossia lo streaming. Esiste però una differenza sostanziale tra le due attività; di fatti, la prima riguarda contenuti caricabili sulle varie piattaforme online, dove è possibile visionarle, o anche scaricarle tramite Wifi, mentre la seconda riguarda contenuti trasmessi in tempo reale dallo streamer.

Come funziona un podcast

I podcast stanno spopolando in ogni parte del mondo, così come in Italia. Una delle caratteristiche per le quali è molto apprezzato è il suo funzionamento molto intuitivo e semplice. Per poter ascoltare un podcast c’è bisogno di un client per poterli cercare, al fine di visionarli o scaricarli sui propri dispositivi e vederli anche in assenza di internet.

Questi client prendono il nome di “podcatcher” e ne esistono davvero molti. Possiamo ad esempio utilizzare il famosissimo Google, oppure fare affidamento su altri canali, come ad esempio Overcast, Podwalk, Stitcher, o Banshee.

Dove ascoltare un podcast

Possedere dei dispositivi performanti, in grado di farci ascoltare gli audio in modo impeccabile, è essenziale. Ciò che tuttavia più conta quando si vuole sentire un podcast sono i contenuti. Esistono moltissimi podcast che spaziano da un argomento ad un altro, dove ciascun ascoltatore filtra informazioni per cercare contenuti che più rispecchiano i suoi interessi e le sue passioni. Ci sono diverse piattaforme dove scoprire i vari podcast da seguire. Di seguito ne elencheremo alcuni tra i più importanti.

  • Audible: una fantastica piattaforma creata dal colosso Amazon. Contiene un numero impressionante di trasmissioni radio, podcast, o audiolibri, che è possibile ascoltare in totale comodità.

  • Spotify: è sicuramente famosa in quanto viene utilizzata per ascoltare musica in streaming. Tuttavia, al suo interno è possibile trovare anche moltissimi podcast, con numerosissimi contenuti e un numero di utenti attivi impressionante.
  • Spreaker: si tratta di una delle piattaforme più utilizzate in Italia, gode di moltissimi contenuti ed è possibile filtrarli attraverso la sezione Explore.
  • Audiocast: forse una delle migliori piattaforme, è un caposaldo per l’ascolto di podcast in Italia. Gode di moltissimi contenuti audio, che è possibile selezionare con estrema semplicità.
  • Listen Notes: una delle caratteristiche principali di questo motore di ricerca è la funzionalità di poter ordinare e cercare i podcast filtrandoli per rilevanza, categorie, lingua, durata, o data. Dato che esistono molti contenuti che variano in base ai vari argomenti, è importante poter selezionare in breve tempo ciò che ci aggrada, al fine di ascoltare esclusivamente podcast che possano soddisfarci a pieno.
  • Le piattaforme di Apple e di Google, non possono ovviamente mancare all’appello. Offrono servizi per poter ascoltare podcast in modo semplice ed intuitivo. Per chi utilizza dispositivi Android esiste infatti Google Podcast su Google Play Musica, che gode di un’interfaccia ricca di contenuti e facile da utilizzare. In alternativa, per chi utilizza Apple, esiste iTunes Podcast. Anch’essa offre moltissimi contenuti e la possibilità di filtrarli per selezionare solo ciò di cui siamo interessati.
Categorie: Utility

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar