È finalmente arrivato il momento di sostituire il tuo vecchio hard disk meccanico con un SSD di ultima generazione? Hai un PC vecchio e vuoi potenziarlo? Hai comprato uno dei migliori SSD per costruire un supercomputer dalle caratteristiche strabilianti e non sai come installare un SSD? Se ti trovi in una di queste condizioni tranquillo, la nostra guida è ciò che fa per te.

Durante la lettura, avrai la possibilità di scoprire, con parole semplici ed esempi esplicativi, come installare un SSD in totale autonomia e sicurezza. Nonostante si tratti di un’operazione abbastanza semplice, è buona prassi seguire delle regole ben precise, onde evitare spiacevoli inconvenienti o malfunzionamenti.

Fasi preliminari

Prima di passare agli aspetti prettamente tecnici ed operativi, è importante tenere a mente alcuni accorgimenti prima di installare un SSD. Tale prodotto, essendo composto da parti elettroniche interne, ha la necessità di essere maneggiato con cura. Onde evitare di piegare le parti di connessione, è buona norma evitare di inserire le dita nelle porte SATA, o in qualsiasi altra sezione di ingresso.

Oltre ciò, prima di estrarre la memoria dal proprio alloggiamento, è consigliabile lavorare in ambienti antistatici, ossia scarichi elettrostaticamente, e di non toccare parti metalliche prima di iniziare. Tutto ciò permetterà di preservare al meglio l’SSD e di installarlo senza guasti, in modo proficuo ed efficiente.

Ultimo accorgimento, banale ma fondamentale, riguarda le cadute accidentali. Le parti interne di un SSD, essendo molto piccole ed abbastanza fragili, possono subire danni irreversibili anche durante un singolo urto.

Come installare un SSD su un computer nuovo

Il primo caso che andremo ad esaminare riguarda l’installazione di un SSD su un computer di nuovo assemblaggio o semplicemente su un dispositivo che non necessita della cosiddetta migrazione dei file. A questo punto i passaggi saranno davvero semplici ed elementari:

  • Spegnere il PC (assicurandosi di aver staccato la presa di alimentazione).
  • Premere più volte, per più secondi, il tasto di accensione (in modo da eliminare la carica in eccesso, eventualmente presente nel circuito elettrico).
  • Individuare il vecchio hard disk, staccare i cavi e collegare la nuova memoria a stato solido.
  • In caso di ingressi compatibili sarà sufficiente inserire gli appositi cavi. In caso di ingressi differenti, sarà necessario acquistare adattatori SATA, e procedere nello stesso modo.
  • Richiudere il case, o la parte smontata in precedenza, e accendere il PC.

A questo punto avrai finalmente un SSD ultramoderno, di nuova generazione e pronto per accogliere il sistema operativo da te scelto.

Come installare un SSD su un computer vecchio

Il secondo caso esaminabile riguarda invece la sostituzione di un hard disk con dati, con un nuovo SSD. In questo caso i punti saranno un po’ più complicati, ma nulla di impossibile. Il primo passaggio da effettuare sarà la scelta di un software specializzato, che lavori al posto nostro, per effettuare la migrazione dei file. Una volta selezionato si potrà procedere attraverso questi passaggi:

  • Collegare il nuovo SSD attraverso le apposite porte di ingresso. Molti prodotti offrono in allegato anche i cavi di collegamento.
  • Procedere con l’avvio del software selezionato per la migrazione dei file.
  • Una volta clonati i dati sulla nuova SSD si potrà procedere con le fasi di installazione manuale.
  • Staccare il vecchio hard disk meccanico e posizionare con cura l’SSD di nuova generazione.
  • Avviare il PC e controllare che la migrazione sia andata a buon fine. È sempre possibile ripetere l’operazione o svuotare nuovamente il prodotto acquistato.
Categorie: Informatica