La rete internet ci mette a disposizione un numero molto alto di browser, i quali ci permettono di fare ricerche e trovare informazioni in un brevissimo lasso di tempo. Si tratta semplicemente di software scaricabili sui propri computer e fondamentali per agevolare l’accesso alla rete. Permettono tutti di utilizzare motori di ricerca degni di nota, come ad esempio Google ed altri meno noti. Uno dei browser più conosciuti è proprio Chromium.

Di cosa si tratta? Quali sono le funzionalità che mette a disposizione? Ma soprattutto, può Chromium Browser rappresentare una valida alternativa? Essendo ormai da anni un reale punto di riferimento nel settore, abbiamo deciso di approfondire in merito, strutturando questa guida completa, focalizzata a tutto tondo su questo servizio alquanto singolare ed unico nel suo genere. Tutto ciò per cercare di comprendere se Chromium Browser possa o meno rappresentare una valida scelta, sulla base delle proprie esigenze e necessità. Iniziamo subito.

Cos’è Chromium Browser

Sebbene il nome Chromium sia simile al famosissimo Chrome, è bene tenere a mente come gli stessi rappresentino due browser ben distinti. Chromium, infatti, oltre ad essere un browser, è anche un progetto open source di ultima generazione, creatore del codice sorgete utilizzato da Chrome. Tra i vari sostenitori di questo progetto troviamo in primo luogo Google, che ha supportato il progetto fin dall’inizio, già nel lontano 2008, così come il colosso Microsoft, che ha iniziato a collaborare in tempi più recenti. Possiamo intendere quindi Chromium come un vero e proprio predecessore del famosissimo browser Chrome.

Nel corso degli anni ha avuto la capacità di farsi conoscere nel mondo e di ritagliarsi una propria quota di mercato. D’altro canto, tuttavia, la crescita di molti altri browser famosi, ha fatto in modo che il mercato abbia iniziato a contare la presenza di molte alternative valide, con performance elevate e messe a disposizione in modo completamente gratuito. In ogni caso, il parallelismo con il browser Chrome rappresenta uno degli aspetti più ricercati online. Vediamo di scoprire assieme alcune specifiche differenze.

Differenze tra Chrome e Chromium

Dato che per creare il browser Chrome ci si serve di Chromium, i due servizi possiedono quasi le stesse specifiche. Tuttavia, visto che Chrome è inteso come un upgrade di Chromium, possiede delle funzionalità che non risultano presenti in Chromium. Tra le varie componenti non presenti in Chromium troviamo:

  1. Servizi accessori, come ad esempio il supporto integrativo nell’utilizzo di tecnologie specifiche. Può ad esempio ricordarsi quello su Adobe Flash Player;
  2. Componenti inerenti al digital rights management (ossia sui diritti digitali). Rappresenta un aspetto rilevante, sicuramente da tenere a mente come elemento distintivo del browser rispetto alla concorrenza;
  3. I sistemi di aggiornamento. Essendo un browser più “spartano”, Chromium potrebbe contenere più bug rispetto al noto Chrome. Oltre ciò, Chrome è in grado di raccogliere ed inviare a Google alcune statistiche che Chromium non è in grado di fare. In altri termini, una caratteristica che va anche in questo caso a migliorare l’esperienza dell’utente sull’uso del servizio.

Quanto all’interfaccia, sia Chrome che Chromium utilizzano piattaforme user friendly, basate su sezioni e opzioni presenti all’interno di quasi tutti i browser più importanti al mondo. Anche il logo fra i due servizi risulta quasi completamente identico, tranne per la colorazione, mostrata per Chromium in un’unica tinta e per Chrome con diversi colori (blu, verde, giallo e rosso).

Come installare Chromium Browser

Arrivati a questo punto, dopo aver scoperto nel dettaglio cos’è Chromium Browser e quali elementi lo discostino da Chrome, è possibile presentare una guida Step by Step, incentrata su come installare il software sul proprio computer. Teniamo a precisare come lo stesso browser possa ovviamente essere installato non soltanto su Windows, ma anche su altri sistemi operativi noti, come ad esempio Ubuntu.

  1. Il primo passaggio attiene l’accensione del PC. A questo punto, prima di procedere con qualsiasi installazione, è bene verificare in primo luogo la presenza di una stabile connessione ad internet ed in secondo luogo dell’attivazione o della presenza di antivirus e sistemi di protezione.
  2. Attraverso un browser (che può semplicemente essere quello di default presente sul proprio computer) è possibile raggiungere la pagina dedicata al download di Chromium;
  3. All’interno della pagina si potrà scegliere la versione del browser in base al proprio sistema operativo (Windows x64, Windows x86, Linux x64 e Linux x86), in modo manuale. In ogni caso, la stessa operazione dovrebbe avviarsi automaticamente una volta raggiunta la pagina.
  4. Una volta completato il download, pochi minuti saranno sufficienti per poter configurare le diverse impostazioni, potendo altresì scegliere se creare il tasto di apertura sulla barra del proprio computer.
  5. Terminata l’installazione, si consiglia di riavviare il PC.

Dato che le versioni del browser Chromium vengono aggiornate con una frequenza molto alta, il numero della versione più recente viene indicato con l’ultimo orario di aggiornamento. Per gli utenti che già utilizzano Chrome, hanno comunque la possibilità di installare ed utilizzare il browser Chromium, in quanto possono essere usati entrambi su un unico sistema.

Alternative a Chromium

Una delle migliori alternative al browser Chromium, per chi volesse provare altre tipologie di browser è il canale “Canary” di Chrome. Purtroppo lo stesso è disponibile solamente per gli utenti di Windows e non per chi utilizza Linux, che possono però far riferimento ad un altro canale, il canale “Dev”, sempre di Chrome. Come Chromium, anche Canary subisce continui aggiornamenti, ma a differenza di Chromium viene aggiornato automaticamente. Inoltre, al suo interno sono presenti le funzionalità di Chrome come la sincronizzazione dei dispositivi del browser stesso. A seguire altri browser specifici, dissociati dall’eco sistema Chromium:

  • Firefox: rappresenta uno dei browser più conosciuti al mondo, con numerose funzionalità integrative ed un’interfaccia funzionale ed user friendly;
  • Explorer: si tratta del browser predefinito sui dispositivi Windows. Ha subito molteplici aggiornamenti rispetto al passato, presentando funzionalità ed integrazioni degne di nota.
  • Opera: viene considerato un ulteriore browser di nicchia. Fra le sue principali potenzialità ricordiamo in primo luogo la leggerezza del software ed in secondo luogo l’interfaccia operativa user friendly e completa sotto tutti i punti di vista.
Categorie: Internet