La pasta termica è uno dei materiali fondamentali per poter dissipare correttamente il calore del processore installato sul proprio computer o sulla console. Saperla cambiare correttamente permette di salvaguardare la vita del proprio processore e di tutte le componenti interne associate allo stesso elemento.

Siamo ormai da anni un concreto punto di riferimento nel settore ed abbiamo così deciso di strutturare questa guida base, ma al contempo completa, su come cambiare la pasta termica. Iniziamo subito.

Cos’è la pasta termica

La pasta termica, chiamata più nello specifico “pasta termoconduttiva”, è una sostanza solida, abbastanza malleabile, che viene posizionata sulla superficie esterna del processore (ossia la CPU del computer). Come sappiamo, tutti i processori sono soggetti al riscaldamento per via della loro stessa lavorazione ed esecuzione dei processi. Lo stesso calore, per garantire la giusta temperatura di lavorazione, deve essere dissipato.

A permettere la dissipazione del calore del processore, è un ulteriore dispositivo (in questo caso elettrico), che prende il nome di dissipatore. In tutto ciò, la pasta termica posizionata fra il dissipatore ed il processore permette di scambiare il calore fra una componente e l’altra, garantendo così il raffreddamento in modo rapido ed efficiente.

Leggi anche: migliore pasta termica per ps3

Quando cambiare la pasta termica?

È quindi possibile chiedersi quando cambiare e quando mettere la nuova pasta termica sul processore. I casi d’uso della pasta termica sono essenzialmente 3:

  1. Assemblando un nuovo computer da zero e quindi durante l’installazione della CPU e del dissipatore;
  2. Cambiando il processore vecchio con un processore di nuova generazione;
  3. Cambiando solamente la pasta termica, erosa con il passare degli anni dal calore del computer.

Nel corso dei paragrafi successivi avremo modo di scoprire come cambiare la pasta termica, ossia sostituire quella già esistente (o ciò che ne resta). Nel caso di gettata ex novo per un nuovo computer, puoi semplicemente bypassare la fase di eliminazione della pasta termica vecchia e concentrare l’attenzione solo sugli step per la posa della nuova. Per il terzo punto, ricordiamo sempre di effettuare test di calore con semplici software gratuiti, valutando se la pasta termica esistente continui a fare il suo dovere, o se risulti opportuno sostituirla. Di norma, è consigliato sostituire la pasta termica ogni due anni, così da mantenere sempre una dissipazione omogenea della CPU. Deciso di sostituirla, puoi comodamente scegliere di comprare la pasta termica online, anche utilizzando e-commerce professionali come Amazon, e procedere con le fasi descritte a seguire.

Come cambiare la pasta termica in 5 step

Arrivati a questo punto, vediamo nel dettaglio come cambiare la pasta termica al proprio computer in 5 passaggi:

  1. Aprire il computer e l’alloggiamento della scheda madre, ove risulta presente la CPU con sopra il dissipatore. Puoi quindi procedere smontando il dissipatore dall’alloggiamento, ricordando di staccare lo spinotto di alimentazione. Poni il dissipatore da parte, poggiandolo con cura.
  2. A questo punto avrai di fronte la superficie della CPU con la vecchia pasta termica (o ciò che ne resta). Per poter spalmare quella nuova, bisogna pulire adeguatamente la superficie del processore, senza lasciare alcun residuo. Per fare ciò, puoi utilizzare un panno di cotone imbevuto in alcol. Presta massima attenzione ed effettua movimenti circolari, senza tuttavia porre troppa forza. Non utilizzare mai cacciaviti, o oggetti acuminati, onde evitare di creare danni irreversibili alla CPU.
  3. Pulita con cura la superficie del processore, ed atteso che lo stesso si sia asciugato completamente, puoi prendere la nuova pasta termica (inserita comunemente in comode siringhe) e procedere con la posa. Inserisci quindi una piccola quantità di pasta termina nella parte centrale della CPU, prestando attenzione a non farla cadere su altre zone della scheda madre, o del computer.
  4. Senza perdere troppo tempo, utilizzando delicatamente lo stesso beccuccio della siringa dosatrice, spalma delicatamente la pasta termica su tutta la superficie centrale della CPU, senza uscire mai dai bordi della stessa. Ricorda di non mettere troppa pasta termica, onde evitare che la stessa fuoriesca una volta montato nuovamente il dissipatore.
  5. Spalmata la pasta termica, puoi quindi procedere con il montaggio del dissipatore (che avrai accuratamente pulito con lo stesso procedimento descritto in precedenza). Adagia delicatamente il dissipatore mettendolo in contatto con la CPU (che ha ora la nuova pasta termica), fissando il tutto e collegando lo spinotto di alimentazione.
Categorie: Componenti

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar