Ti sei sempre chiesto quanto consumi il tuo pc? Vorresti capire quale formula utilizzare per calcolare quanto ti fa spendere di energia elettrica ogni giorno il tuo computer?

Non ti preoccupare, in questo articolo vedremo insieme tutto quello che ti interessa sapere per calcolare i consumi del tuo pc.

Quali sono i fattori da considerare per il consumo energetico di un pc?

Per avere una visione più completa e accurata del consumo energetico di un PC, si possono considerare diverse altre metriche e fattori.

Watt

Il consumo energetico di qualsiasi dispositivo elettrico (inclusi i pc) si misura in watt. Questa metrica quantifica direttamente l’energia utilizzata dai componenti del computer durante il loro funzionamento. Comprendere il consumo in watt è cruciale per valutare l’efficienza energetica di un PC, prevedere i costi operativi e progettare un sistema performante ed economicamente sostenibile nel tempo.

TDP (Thermal Design Power)

Si tratta di una specifica utilizzata principalmente per i componenti hardware come CPU e GPU. Esprime la quantità massima di calore che un componente è in grado di generare e che, di conseguenza, il sistema di raffreddamento deve essere equipaggiato per dissipare efficacemente durante l’uso normale del dispositivo. Non è una misura diretta del consumo energetico del componente, ma piuttosto del calore che deve essere gestito.

Quindi, se una CPU ha un TDP di 95 watt, significa che il sistema di raffreddamento deve essere in grado di dissipare 95 watt di calore per mantenere il componente a una temperatura operativa sicura.

Inoltre, durante la fase di assemblaggio, è fondamentale conoscere il TDP (Thermal Design Power) per diverse ragioni perchè influisce direttamente sulla scelta di componenti chiave come il sistema di raffreddamento e l’alimentatore (PSU), oltre a determinare l’efficienza generale e la stabilità del sistema.

Efficienza dell’alimentatore (PSU)

Avere a disposizione un alimentatore efficiente significa avere un prodotto che minimizza la perdita di energia elettrica sotto forma di calore durante la conversione della corrente alternata (AC) della rete elettrica in corrente continua (DC) utilizzabile dai componenti del PC.

L’efficienza di un PSU è la percentuale di potenza in ingresso che viene effettivamente trasformata in potenza utilizzabile dai componenti del PC. Se un alimentatore riceve 1000W dalla rete elettrica e ne fornisce 900W ai componenti del PC, la sua efficienza è del 90%. Il 10% restante viene per lo più perso sotto forma di calore.

La conoscenza del TDP totale dei componenti aiuta a selezionare un alimentatore con la giusta capacità perchè un alimentatore efficiente è particolarmente importante se il sistema sarà spesso utilizzato vicino alla sua capacità massima.

Quali componenti del pc consumano più energia?

Possiedi un notebook oppure un computer fisso? Il computer è stato assemblato da te? Innanzitutto, devi individuare l’hardware del tuo dispositivo per calcolare il consumo complessivo.

Di seguito elenco i componenti del pc, in un ordine che va da quello che consuma di più a quello che consuma di meno. Ovviamente, questo ordine è abbastanza approssimativo e stimato in quanto ogni configurazione è diversa, quindi anche il consumo totale può variare.

  • GPU (Graphics Processing Unit), può avere un TDP che varia da circa 75W a oltre 300W;
  • CPU (Central Processing Unit), può avere un TPD notevolmente variabile, da meno di 10W per modelli a basso consumo fino a 150W o più per quelli ad alte prestazioni;
  • Scheda madre, solitamente ha un TPD che può variare da circa 20W a oltre 50W, a seconda della dimensione, chipset, e caratteristiche;
  • Gli hard disk consumano tra i 5W e i 15W, mentre gli SSD generalmente consumano tra 2W e 8W;
  • RAM (Random Access Memory), generalmente ogni modulo di RAM consuma tra 2W e 5W;
  • L’alimentatore può ridurre o aumentare il consumo energetico generale a seconda della sua qualità e della certificazione di efficienza (es. 80 Plus).

Ovviamente, nella lista non ho riportato le periferiche esterne, ma anche loro hanno bisogno di parecchia energia:

  • Il consumo energetico di un monitor può variare notevolmente a seconda della tecnologia (LCD, LED, OLED, ecc.), delle dimensioni dello schermo e delle impostazioni di luminosità. I monitor moderni variano tipicamente da circa 20W a oltre 100W per modelli di grandi dimensioni o per monitor ad alte prestazioni destinati al gaming;
  • Anche per quanto riguarda tastiera e mouse il consumo dipende dallo specifico dispositivo. In ogni caso questi dispositivi hanno un consumo energetico molto più basso rispetto ai componenti interni del PC o al monitor. Le tastiere e i mouse cablati consumano pochissimo, generalmente meno di 1W. Le versioni wireless consumano quantità simili, ma richiedono batterie o ricarica periodica.

Come calcolare i watt totali di un pc

Per calcolare i watt totali consumati da un PC, puoi seguire diversi metodi, da stime basate sulle specifiche tecniche dei componenti a misurazioni dirette.

Fai una stima basata sul TDP dei componenti

Questo metodo fornisce una stima approssimativa basata sui valori d TDP dei componenti principali.

Prima di ogni cosa devi fare l’elenco di tutti i componenti del tuo pc e per ognuno di essi trovare il TDP, il quale corrisponde approssimativamente al massimo consumo energetico in watt.

Fai la somma di tutti i valori di TPD. Per un calcolo più affidabile dovresti considerare anche le tue periferiche esterne.

La somma dei TDP fornisce una stima del picco massimo di consumo, ma il PC raramente opera al massimo con tutti i componenti contemporaneamente. Per avere una visione più realistica, considera che il consumo medio sarà generalmente inferiore.

Utilizza dei calcolatori online

Visto che spesso trovare il valore TPD di ogni componente può essere un’impresa. Puoi utilizzare dei tool online ai quali passare le specifiche delle tue componenti e in automatico ti forniscono una stima del consumo energetico totale.

Tra i più utilizzati ci sono:

Misura il consumo di energia con un Wattmetro

Niente di complicato. Con un wattmetro puoi calcolare i watt consumati dal tuo pc in modo diretto e accurato in quanto fornisce una misura del consumo energetico in tempo reale.

Procedi in questo modo:

  • Collega il wattmetro tra il tuo PC e la presa di corrente;
  • Accendi il PC e osserva il consumo energetico in vari scenari di utilizzo: a riposo, sotto carico medio, e sotto carico massimo;
  • Prendi nota del consumo energetico in watt in questi diversi stati per avere un’idea precisa del consumo energetico del tuo PC.

Consigli per risparmiare corrente con il tuo pc

A questo punto dopo aver stimato il consumo del tuo pc, ti propongo delle soluzioni per ottimizzare le risorse e risparmiare. Perchè questo oltre a permetterti di risparmiare sulla bolletta della luce garantirà una maggiore durata del tuo hardware.

Nella maggior parte dei casi, il tuo sistema operativo stesso, che sia Windows, macOS o Linux, ti offre diverse opzioni per ridurre il consumo energetico.

Gestisci l’illuminazione

Anche se esteticamente è gradevole, l’illuminazione RGB su case, ventole, tastiera e mouse può incrementare il consumo energetico. Utilizzala con moderazione o disattivala quando non è necessaria.

Ottimizza le configurazioni

Inoltre, puoi configurare le impostazioni di ogni componente per ridurre il loro consumo quando non è necessaria la massima potenza di calcolo. Ad esempio per alcuni task non hai bisogno di avere prestazioni elevate di CPU e GPU.

Se non utilizzi certi componenti hardware (come lettori di schede, porte USB, o unità ottiche), disabilitali nel BIOS/UEFI o scollegali fisicamente per ridurre il consumo.

Utilizza periferiche a basso consumo

Scegli tastiere, mouse e altri dispositivi esterni progettati per essere efficienti dal punto di vista energetico. Inoltre, scollega le periferiche (che siano di input o di output) quando non ti servono perchè dispositivi USB e periferiche esterne possono consumare energia anche quando non sono in uso.

Scegli l’hardware giusto

Quando aggiorni o costruisci un nuovo PC, opta per componenti che offrono un buon equilibrio tra prestazioni ed efficienza energetica. Le CPU e le GPU di ultima generazione sono spesso progettate per essere più efficienti dal punto di vista energetico. Utilizza un alimentatore con alta efficienza energetica (certificazione 80 Plus Gold o superiore), che riduce lo spreco di energia e il calore prodotto.

Fai una regolare manutenzione

La polvere accumulata può ridurre l’efficienza del raffreddamento, costringendo i componenti a lavorare più duramente e consumare più energia. Ergo, pulisci regolarmente il sistema per mantenere una buona circolazione dell’aria.

Inutile dire che, oltre a tutto ciò, dovrai sempre monitorare i tuoi consumi tramite uno dei metodi precedentemente proposti. In quanto, a volte, piccoli aggiustamenti possono portare a significativi risparmi energetici.

Categorie: Computer